sabato 5 luglio 2008

"Ma tanto è fantasy!" - Le tante declinazioni del deus ex machina

Lo spunto per questa considerazione mi viene da una discussione che sto seguendo sul forum di Fantasy Magazine, nel topic su Licia Troisi (sezione "Gli scrittori"); lo spunto è anche perfetto per collegarmi alla lettura de Un nuovo regno (capitolo conclusivo delle troisiane Guerre del Mondo Emerso) che sto conducendo faticosamente. Il perchè - il perchè mi ostini ancora a leggere una scrittrice che mi appassiona sempre meno - è presto detto: giusto per potermi offrire la magra consolazione del dire: "ho speso 17 euro, e se i soldi non sono valsi a regalarmi una lettura piacevole, quanto meno mi hanno fatto capire ancora meglio come non vorrei scrivere".

Ma andiamo al sodo. La discussione sul forum: qui un utente - Okamis - sta cercando (e il tentativo mi suscita tenerezza perchè - ahimè - so già che sarà vano) di sottoporre i propri dubbi alla stessa scrittrice romana circa la coerenza dei suoi scritti . Riporto di seguito un interessante intervento di Andrea D'Angelo in questo topic, molto esplicativo:


"Il "ma tanto è Fantasy" può essere utilizzato quando qualche lettore avanza critiche che vanno contro i principi stessi del Fantasy. Se un lettore mi dicesse: "Ma i tuoi Uomini volano! E' assurdo!" Se i miei Uomini lo fanno coerentemente all'interno del romanzo e la soluzione "volo" non è stata introdotta di punto in bianco e/o soltanto per togliermi dall'impaccio di una situazione apparentemente irrisolvibile, posso rispondere: "ma tanto è Fantasy e la coerenza c'è". La coerenza interna delle soluzioni le rende valide e inconfutabili, perché non è camuffabile. Nessun autore è in grado di dimostrare che qualcosa rientra nella coerenza interna dell'opera - cioè della ponderazione creativa dell'autore stesso - se il particolare criticato non è stato effettivamente introdotto ponderando. Si capisce quando qualcosa non è ponderato, lo si capisce molto bene."

Ecco che mi sono armata di puntiglio e, Un nuovo regno alla mano, vi sottopongo giusto il più recente passaggio che mi ha fatto inarcare il sopracciglio.

(Nota: attenzione spoiler!)

Premessa: Learco e Theana sono stati fatti prigionieri, insieme ad altri, come traditori del re, e rinchiusi nelle segrete dell'Accademia di Makrat. Dubhe (scampata al massacro ordito dal re Dohor, suo acerrimo nemico) s'ingegna (per favore, non ridete) per liberare il principe e l'amica. Con estrema facilità riesce a raggiungere indenne la cella di Learco e liberarlo; poi i due riescono a trovare la stanza delle torture (che pauuura!) dove si trova Theana (in compagnia di uno gnometto laido e cattivone che Dubhe, grazie alla Bestia che ancora una volta le graffia il petto, massacra in quattro e quattr'otto). A questo punto i tre decidono di organizzare un'evasione di massa, volendo giocare sul fattore "caos".


"Dobbiamo andarcene di qui" disse Dubhe con un filo di voce.
Aveva il volto rigato di lacrime [
per quanto riguarda la tendenza maniacale al
pianto delle eroine troisiane rimando ai link a fondo pagina
]
e le mani viscide
di sangue, ma cercava di riprendere il controllo della situazione. [...]
"Un'evasione di massa... [...] solo così potremo uscire" disse tra un rantolo e l'altro.
"Guardaci! Non siamo abbastanza in forze per combattere" obiettò Learco.
"Forse però non sarà necessario." Era stata Theana stavolta a intervenire. "Posso farlo io con un incantesimo, senza muoverci da qui."
[Ma certo, esiste la magia, quella cosa con cui puoi fare tutto ciò che ti pare e piace, perchè non c'avevo pensato?]
[...] Theana prese un grosso respiro. Era pallida e stanca, e non appena iniziò a mormorare alcune parole a bassa voce, il suo viso si fece di un colore terreo, e le sue gambe cominciarono a cedere. Learco la sorresse ancora, ma lei non si fermò. I ceppi a cui era stata legata avevano annullato i suoi poteri, e ora le servivano tutte le sue energie per richiamarli. Con gli
occhi serrati in una smorfia di dolore sul volto, terminò la formula. Il rumore simultaneo di molti lucchetti che scattavano all'unisono riempì lo spazio della cella, poi il corridoio e il piano intero. Theana cadde a terra.
[Era pure ora, visto che l'avevano appena torturata a dovere...]"


Ora, ragioniamo:

1) Cosa significa esattamente che "i ceppi a cui era stata legata [Theana] avevano annullato i suoi poteri"? Magari i ceppi avevano poteri anti-magia (tipo la polvere Otataral di Erikson)? Non credo, altrimenti il fatto sarebbe stato menzionato;

2) Quindi deduco che la frase sopra citata si riferisce al fatto che Theana essendo stata legata ai ceppi e torturata era priva di forze, forze indispensabili per effettuare un qualche incatesimo (specie se uno di vasta portata quale è quello di aprire non so quanti lucchetti);

3) Fino al fatto che Theana era spossata per eseguire l'incantesimo ci siamo. Ma mi chiedo: ora che Dubhe e Learco l'hanno liberata dai ceppi è meno stanca? O semplicemente il fatto di non essere più legata a un ceppo le permette di fare l'incantesimo? Ma non mi pare che questo richieda l'uso delle braccia e delle mani, bensì solo l'uso della voce, come descritto dalla Troisi ("[...] non appena iniziò a mormorare alcune parole a bassa voce..."). Allora il fattore-ceppo è irrilevante... Comunque, poniamo anche il caso che il ceppo la impediva: ma mica Theana è stata trasportata all'Accademia legata al ceppo! Insomma, ci sarà stato un momento in cui lei avrebbe potuto benissimo fare quell'incantesimo, prima di essere rinchiusa, legata e torturata; e se sbloccare tutte quelle serrature richiedeva troppa energia, avrebbe potuto almeno sbloccare quella della cella di Learco! O forse la mente della maga non poteva localizzarla? Ma allora come ha fatto a localizzare e sbloccare tutte le celle dell'Accademia? Ha digitato nella barra del browser del suo cervello la parola-chiave "serratura" e ha premuto search magari? Insomma, come diavolo funziona un incantesimo del genere?

Mistero dei misteri.

Quel che resta di fatto è che a questo punto della storia Theana ha il lampo di genio di fare quest'incatesimo di liberazione di massa e salvare il deretano collettivo.
Se questo non è un deus ex machina allora come definirlo?
Ma certo... che stupida, la risposta è così semplice:

...ma tanto è fantasy!

Facciamocene un baffo della coerenza e dell'onestà nei confronti del lettore.

Link correlati:

Il topic in questione
http://www.fantasymagazine.it/forum/viewtopic.php?t=11473&start=30

Recensioni dei libri della Troisi su Gamberi Fantasy
http://fantasy.gamberi.org/2008/01/16/recensioni-romanzo-nihal-della-terra-del-vento/

http://fantasy.gamberi.org/2008/01/23/recensioni-romanzo-la-missione-di-sennar/

http://fantasy.gamberi.org/2008/01/30/recensioni-romanzo-il-talismano-del-potere/

http://fantasy.gamberi.org/2008/06/12/recensioni-romanzo-la-setta-degli-assassini/

11 {COMMENTI}:

Anonimo ha detto...

"1) Cosa significa esattamente che "i ceppi a cui era stata legata [Theana] avevano annullato i suoi poteri"? Magari i ceppi avevano poteri anti-magia (tipo la polvere Otataral di Erikson)? Non credo, altrimenti il fatto sarebbe stato menzionato;"

Pagina 464: "Theana non aveva potuto aiutarlo: i ceppi a cui era legata erano stati fatti apposta per annullare i suoi poteri"

Fine del problema, come vedi bastava leggere il libro con più attenzione.

Comunque ho visto che Licia Troisi ha risposto su Fantasy Magazine, nonostante tu pensassi che lo sforzo fosse vano (e perchè ? Conosci forse la Troisi ?).

Nutza ha detto...

Intanto sarebbe quanto meno "elegante" firmarsi invece di restare anonimo, ma vabbè.

Veniamo al passaggio "incriminato": non so quale versione tu abbia, ma nella mia de "Un nuovo regno" a pagina 464 - indicata da te - si parla di tutt'altro. Se questa frase da te trascritta è nel libro, allora indicami il numero esatto di pagina, così potrò ricredermi.

Ripeto: l'unica frase in riferimento da me trovata è la seguente (pag. 334): "I ceppi a cui era stata legata avevano annullato i suoi poteri, e ora le servivano tutte le sue energie per richiamarli". Da questo a: "I ceppi a cui era legata erano stati fatti apposta per annullare i suoi poteri" (frase da te citata) c'è una bella differenza! Non è un dettaglio implicito che i ceppi avessero effetti anti-magia, dunque se ciò non è specificato eplicitamente nel libro, il dubbio sorge eccome.

Anonimo ha detto...

Io ho la versioni "i miti", quella da 6 euro, e la frase l'ho citata esattamente come appare nel libro a pagina 464.
Stasera verifico nuovamente comunque.

Anonimo ha detto...

Ho ricontrollato: la frase che dico io è dopo, quando sono prigionieri nella casa.
Tu invece parli della fuga dall'accademia, non ti avevo capito inizialmente.
Comunque ho riletto: da quando Theana viene catturata di lei non sappiamo più niente finchè Dubhe non va a liberarla con Learco, non appena la liberano c'è la frase che tu citi.
Sono ceppi che annullano la magia, a me sembra chiaro e tra l'altro vengono citati anche dopo nel testo, non capisco quando secondo te la Troisi doveva menzionarli. Non appena ci parla di nuovo di Theana nel giro di poche righe ci informa sui ceppi (spiegandoci quindi perchè non è riuscita a fuggire con la magia).
Cosa non ti sembra chiaro ?
Del resto mi sembra normale che in un mondo con la magia le prigioni ricorrano a espedienti per annullare i poteri dei maghi, altrimenti ogni mago potrebbe fuggire o comunque far danni anche da prigioniero.

Riguardo al farlo prima l'incantesimo: bisogna vedere quando le hanno messo i ceppi, probabilmente lo hanno fatto il prima possibile, ancor prima di portarla in cella.
La Troisi non ce lo spiega, ma davvero vuoi che un autore racconti tutti questi dettagli in un libro ?
Davvero è così importante ?
IMHO riempendo il libro di tutti questi dettagli non si fa altro che rallentare il ritmo, fa bene l'autore a non dirci tutto, fa bene finchè non ne risente la comprensione degli eventi, e non mi sembra questo il caso.

Sergio

Nutza ha detto...

Ecco perchè la tua frase non combaciava con la mia, quella che dici tu è dopo!

Proseguirò la lettura allora, ma comunque mi fido della tua citazione.
Se la Troisi ha citato questo fatto, allora ritiro la mia critica: per una buona volta la coerenza è salva.

Sui dettagli siamo d'accordo: per quanto Il Signore degli Anelli sia un capolavoro, ci sono passaggi in cui l'autore ti descrive pure il filo d'erba e questo rallenta e annoia molto la lettura. Il ritmo è essenziale in un romanzo (direi anche in altre opere d'arte, per esempio i film).

Anonimo ha detto...

Ti chiedo scusa per aver sbagliato inizialmente la citazione, ero convinto che la frase che citi fosse riferita alla scena finale.

Alessandro "Okamis" Canella ha detto...

Visto che nel tuo topic mi hai chiamato in causa, eccomi qua :) Ti scrivo solo per segnalarti che alla fine la signora Troisi ha risposto alla mia domanda. Certo, la risposta è molto evasiva dal mio punto di vista (infatti non fa minimamente accenno al modus operandi in fase di revisione con le sue editor, limitandosi invece a dire la sua sui passaggi da me presentati come esempi), ma è pur sempre qualcosa. Io mi tengo i miei dubbi, lei le sue "certezze". Di certo non porterò ancora avanti quella discussione su FM, visto che ormai ho capito la pasta di cui è fatta la signora Troisi. E poi ne ho le tasche piene di fare una domanda e di sentirmi rispondere dai di lei difensori, che ancora non hanno compreso il senso di quella sezione del sito. Scusa il piccolo sfogo :)

PS: In questi giorni sto aprendo un mio blog sempre su Blogger. Visto che è da un po' che bazzico per "casa tua" e che trovo i tuoi commenti intelligenti e appropriati, potrei inserire il tuo blog tra i link del mio?

Nutza ha detto...

Sì, ho visto la risposta della Troisi... che però non ha giustificato passaggi importanti come quello di "Dubhe che si lava il viso con le mani legate dietro la schiena"... E l'affermazione "Vorrà dire che al prossimo giro conterò meno sulle capacità di deduzione di chi mi legge" mi sa tanto di presa per i fondelli.

Comunque, lasciamo perdere che è meglio!

Quanto al blog, non c'è problema per lo scambio-link, anzi se mi passi l'indirizzo del tuo posso ricambiare.

Alessandro "Okamis" Canella ha detto...

Grazie mille della disponibilità, Nutza :) Il link al blog è questo: http://invisibili-confini.blogspot.com/
Domenica, a meno d'invasioni di locuste dovrei fare l'inaugurazione ufficiale XD Comunque già adesso il blog è attivo. Ciauz.

Cathy ha detto...

People should read this.

Anonimo ha detto...

http://forum.webhostlist.de/forum/members/newviagra.html
[b]VIAGRA prices VIAGRA BILLIG BESTELLEN[/b]
lhttp://www.ile-maurice.com/forum/members/newviagra.html
[b]VIAGRA erection REZEPTFREI VIAGRA[/b]
VIAGRA BESTELLEN eur 0.85 Pro Pille >> Klicken Sie Hier << BESTELLEN BILLIG VIAGRA CIALIS VIAGRA potenzhilfe KAUF REZEPTFREI VIAGRA
http://www.flooringchat.com/member.php?u=19861
[b]VIAGRA im internet kaufen PREISVERGLECH BESTELLEN VIAGRA[/b]
[url=http://www.getsomeskillz.co.uk/forum/member.php?u=13]VIAGRA BESTELLEN BILLIG[/url] - VIAGRA BILLIG
[b]VIAGRA Apotheke BESTELLEN PREISVERGLECH VIAGRA[/b]
[b]VIAGRA online kaufen PREISVERGLECH VIAGRA BILLIG[/b]
[url=http://cafesuoimo.com/member.php?u=8]VIAGRA BESTELLEN BILLIG[/url] - VIAGRA bestellen
[b]VIAGRA prices VIAGRA PREISVERGLECH REZEPTFREI[/b]
[b]VIAGRA prices PREISVERGLECH VIAGRA REZEPTFREI[/b]